News, Interviste , Eventi

Golden Globe: in lizza Morricone per le musiche di Tarantino

Morricone (unico italiano) candidato per la musica di «Hateful Eight», di Tarantino. Pieno di nomination per il film di Todd Haynes, «Carol», 5 nomination

News

C’è anche uno spicchio di Italia nelle nomination ai Golden Globe, in cui il film su una coppia lesbica «Carol» ha fatto il pieno con cinque categorie, tra cui quelle di miglior film drammatico e per le migliori attrici. Ennio Morricone è entrato nella cinquina delle migliori colonne sonore per «The Hateful Eight» di Quentin Tarantino, un western che in Italia uscirà a febbraio. «Collaborare con Ennio Morricone per “The Hateful Eight” è una di quelle cose che capitano solo una volta nella vita», ha detto il regista Quentin Tarantino a Londra, durante un’intervista. Il due volte premio Oscar ha aggiunto che il compositore 87enne è il suo preferito. Con una carriera lunga 50 anni e 500 colonne sonore al suo attivo, Morricone torna a comporre una colonna originale per un western dopo 40 anni. La sua opera più memorabile è stata per il film del 1966 Clint Eastwood «Il buono, il brutto e il cattivo».

 

Un mese prima degli Oscar

«Carol» è la vera sorpresa di questa edizione. La produzione anglo-americana di Todd Taynes che ha ottenuto cinque nomination, è tratta da un romanzo di Patricia Highsmith e racconta l’amore tra una ragazza e una moglie in crisi negli anni ‘50. Con quattro nomination seguono «La grande scommessa» di Adam McKay, «Revenant-redivivo» con Leonardo Di Caprio e lo «Steve Jobs» di Danny Boyle. Lady Gaga (protagonista in tv con «American Horror Story Hotel»), Sylvester Stallone sceneggiatore di «Creed», Al Pacino, Jennifer Lawrence, tra i nominati alla 73ma edizione dei Golden Globes, i premi assegnati ogni anno, un mese prima degli Oscar dalla Hollywood Foreign Press Association, che riunisce i giornalisti stranieri nella terra del cinema. I vincitori saranno annunciati il 10 gennaio a Beverly Hills.

 

 

Questo l’elenco delle nomination:
Miglior film drammatico: Mad Max: Fury Road, The Revenant, Room, Spotlight
Miglior commedia o musical: The Big Short, Joy, The Martian, Spy, Trainwreck.
Miglior attore drammatico: Bryan Cranston: «Trumbo»; Leonardo DiCaprio: «The Revenant»; Michael Fassbender: «Steve Jobs»; Eddie Redmayne: «The Danish Girl»; Will Smith: «Concussion». 
Miglior attrice drammatica: Cate Blanchett: «Carol»; Brie Larson: «Room»; Rooney Mara: «Carol»; Saoirse Ronan: «Brooklyn»; Alicia Vikander: «The Danish Girl». 
Miglior attore di commedia o musical: Christian Bale, «The Big Short; Steve Carell: The Big Short» Matt Damon, «The Martian» Al Pacino, «Danny Collins» Mark Ruffalo, «Infinitely Polar Bear». 
Miglior attrice di commedia o musical: Jennifer Lawrence: «Joy»; Melissa McCarthy: «Spy»; Amy Schumer: «Trainwreck»; Maggie Smith: «The Lady in the Van»; Lily Tomlin: «Grandma».
Miglior attore non protagonista: Paul Dano, «Love & Mercy» Idris Elba, «Beasts of No Nation» Mark Rylance, «Bridge of Spies» Michael Shannon, «99 Homes» Sylvester Stallone, «Creed» 
Miglior attrice non protagonista: Jane Fonda, «Youth» Jennifer Jason Leigh, «The Hateful Eight» Helen Mirren, «Trumbo» Alicia Vikander, «Ex Machina» Kate Winslet, «Steve Jobs» 
Miglior regista: Todd Haynes, «Carol» Alejandro Inarritu, «The Revenant» Tom McCarthy, «Spotlight» George Miller, «Mad Max: Fury Road» Ridley Scott, «The Martian» 
Miglior film straniero: «The Brand New Testament» (Belgium, France, Luxembourg) «The Club» (Chile) «The Fencer» (Finland, Germany, Estonia) «Mustang» (France) «Son of Saul» (Hungary) 
Miglior film di animazione: «Anomalisa» «Inside Out» «The Good Dinosaur» «The Peanuts Movie» «Shaun the Sheep Movie» 
Miglior sceneggiatura «Room» «Spotlight» «The Big Short» «Steve Jobs» «The Hateful Eight» 
Miglior colonna sonora originale: «Carol» «The Danish Girl» «The Hateful Eight» «Steve Jobs» «The Revenant» 
Miglior canzone: «Love Me Like You Do,» («Fifty Shades of Grey») «One Kind of Love,» («Love & Mercy») «See You Again,» («Furious 7») «Simple Song #3,» («Youth») «Writing’s on the Wall,» («Spectre»)

Fonte: www.corriere.it



EDUMUS ADV